Il Movimento5Stelle senza padrone non andrà più in tv perché il padrone così ha deciso

E Beppe Grillo disse “Basta!!”. Dopo la presenza, ieri sera, alla trasmissione televisiva “L’Ultima Parola” di un folto gruppo di grillini quella che fino a questa mattina era solamente una voce diventa un fatto con la pubblicazione di un post delle 13.16 sul blog del leader del Movimento5Stelle, dal titolo: “La rivoluzione non sarà televisiva”.

E pensare che Gianluigi Paragone, conduttore del talk, aveva messo nelle condizioni ideali gli esponenti del Movimento5Stelle: centro dello studio per una buona decina di consiglieri regionali, comunali o semplici militanti; una buona ventina di minuti tutta per loro; politici di altri schieramenti tra il pubblico; interventi del pubblico brevi e mirati; garanzia di risposta. Il problema probabilmente è stato proprio l’ultimo punto: le risposte.

Probabilmente il comico, che con il post di oggi blocca le presenze in tv dei grillini, si è reso conto della difficoltà dei suoi a dare risposte convincenti. Quando Paolo Ferrero, segretario di Rifondazione Comunista, ha chiesto 3 risposte secche su 3 argomenti precisi le risposte non sono arrivate. Per la cronaca i pareri erano su: articolo18 e contratto nazionale; patrimoniale; cittadinanza ai figli di immigrati.

Il grillino maximo sostiene che i giornalisti sono venduti ai partiti come le trasmissioni che conducono. Peccato che la presa di posizione arrivi dopo una figura barbina nella quale i suoi, ad eccezione del solo Favia, sono sembrati disorientati ed impreparati. Chi decide di cimentarsi nella vita amministrativa anche solo di un piccolo comune deve avere una posizione sui temi che ha posto Ferrero, ma anche su molti altri perché è la dimensione locale che ci pone in un mondo globale. In ogni caso Grillo non ha invocato il diavolo quando La7 durante “Piazza Pulita” di Formigli ha trasmesso quasi per intero il suo comizio di Monza contravvenendo, a mio avviso, ad ogni regola sul rispetto della par condicio: perché? E la stessa sera quando Santoro ha esaltato lo stesso Favia?

La tesi dunque è: se il giornalista non ti mette in difficoltà è un bravo giornalista, se invece i tuoi ti fanno fare una figura barbina il giornalista è una persona spregevole. Rimane il fatto che il Movimento5Stelle indipendente e senza padrone non andrà più in tv perché il padrone così ha deciso.

Annunci

11 pensieri su “Il Movimento5Stelle senza padrone non andrà più in tv perché il padrone così ha deciso

  1. Lo ha detto ogni volta che i ragazzi sono andati in Tv, loro ci sono andati lo stesso perchè lo hanno chiesto gli elettori/simpatizzanti, ma ha ragione lui. Quello che ieri è andato a Piazza Pulita su La7, ha raccontato in una pagina del movimento come hanno preparato la trasmissione. Non hanno niente di vero e sono delle montature a servizio del partito di turno. Non sono mestieranti della politica abituati a imbrogliare e girare le parole…sono persone comuni e l’emozione e la responsabilità di sbagliare, perchè non devono portare la loro parola ma quella dei cittadini, giocano a favore dei loro detrattori. Grillo sa come funziona e li mette in guardia. Mi auguro che capiscano perchè le Tv, tutte, non sono fonte di informazione ma solo di manipolazione.

  2. io invece sono più che convinto che grillo è un grancazzaro adunatore di folle che parla parla ma non è in grado poi di gestirle.la politica seria non si fà con i proclami e il “quel che farei”Gli argomenti che porta avanti sono tutti validi ineccepibili ma all’atto pratico grillo è un comico e basta per me il non presentarsi alle elezioni in prima persona e demandare agli altri l’impegno è la conferma che è solo un mezzo oratore attira masse.gioca sull’emotività e il disagio popolare di questa situazione tragica e secondo la sua idea il non presentarsi in tv per non stare ai giochi della politica è un’errore perchè in italia (come nel resto del mondo)chi ti dà visibilità sono i media e non puoi pensare di raggiumgere tutti gli elettori andando per le piazze a fare comizi comico-popolari.Puoi non stare al gioco dei media ma infine chi ti vede..non c’è niente di peggio che mantenere la distanza dalle tv che prima o poi t’ignoreranno e se possono ti distruggeranno.basta vedere come fanno orientare gli elettori con dei sondaggi che non si sà dove li prendono con chi li fanno e realmente cosa chiedono.

  3. citi solo favia e non davide bono che ha capacità dialettiche anche superiori, oggettivamente parlando. le risposte a ferrero ci son state, poi se non le hai volute capire, son problemi tuoi. quindi o non hai visto la puntata o citi favia solo perchè il più famoso dopo grillo. all’ interno del movimento la discussione è in atto. informati, altrimenti bisognerebbe pensare che anche tu sei un venduto, e se non ti pagano per gettare fango, pure un po’ “stupidotto” oggettivamente parlando. tanti saluti.

    1. Ciao, cito solo Favia perché lo reputo il più preparato tra gli eletti del M5S, senza nulla togliere agli altri.

      Sul venduto, beh, i fatti parlano per me: in Piemonte sono stato il primo ad invitare in tv il M5S quando ci sono state le elezioni provinciali alle quale vi siete presentati, a differenza di quel che è stato detto all’Ultima Parola; credo di essere stato il giornalista televisivo che ha dato maggiore spazio agli esponenti del M5S piemontese, chiedi pure a Davide Bono che potrà confermare; questo blog, su varie piattaforme, esiste dal 2002 se non sbaglio, anno più anno meno, sempre gratuito, mai incassato una lira; questo blog è personale quindi esprimo il mio parere, cosa che faccio anche in altri ambiti anche professionali; leggi gli altri 80 post e ti farai un’idea di chi sono io..

      Per quanto riguarda lo stupidotto, beh, sulle attuali 522 letture del pezzo è inevitabile che ci sia anche un piccolo insulto, è statistica..

      Ciao!!

      1. se tu chiami grillo “padrone”, velatamente dichiari i cinquestelle “servi” caro giornalista in erba.
        questo sì rende statisticamente probabile che tu venga insultato, non il numero di letture del tuo post.
        che poi “stupidotto” non sia un insulto perchè solo un sinonino dialettale( “stupidott” dalle mie parti) di “ingenuo”, questo è un altro discorso. buona domenica!!

      2. ma tzes cotì di nostri (piemounteis) PS: grazie per in erba.. mi fai sentire un ragazzino a dispetto del decennio di professione alle spalle.. 😉

  4. Anch’io credo che siano poco preparati. Ma dire che Santoro ha esaltato Favia? Mah! è un pò forzato… Come dire che non hanno risposto a Ferrero. Sulla patrimoniale si son detti d’accordo. L’art. 18 è un tema talmente inutile (perché non si può essere contro). Quado Beppe nei comizi parla di ” cose che i nostri nonni e genitori hanno conquistato” di cosa sta parlando? Di tutto questo! Sullo jus è più complicato..

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.