The Following, la nuova frontiera del genere crime

the followingPer un secondo voglio smettere i panni di quello che fa finta di sapere qualcosa di libri e narrativa, per indossare quelli di quello che fa finta di sapere qualcosa di telefilm.

Ieri sera, dopo una delle due consuete lezioni settimanali di Ju Jitsu, mi sono spalmato, come la crema di tonno su una fetta di pane, sul divano impolverato e ricco di peli di gatto piazzato davanti alla Tv. Avvolto in uno stato psicofisico (più psico che fisico) che non mi permetteva di calcolare ogni mio movimento, ma che mi obbligava a subirlo esclusivamente, sono stato catapultato nel mondo del nuovissimo telefilm trasmesso in seconda serata da Italia 1, The Following.

Uao. E’ stato amore a prima vista. Non poteva essere diversamente. E voglio tralasciare, nello spiegarvi il motivo, i fatti ovvi: Kevin Bacon è un mito, un attore bravissimo che non è stato nemmeno sfiorato dal tempo che passa; siamo nell’epoca delle serie televisive truculente; un semplice CSI non basta più, adesso il pubblico, abituato alla tensione, vuole quella vera che ti fa venire i brividi, che ti fa pensare che possa accadere anche a te, oltre ad una buona dose di sangue.

A mio parere il motivo del successo di The Following (e parlo di successo perché sono sicuro che avrà tantissimo seguito) è rinchiuso nel mistero. E’ difficile da spiegare il concetto, ma ci proverò.

Detto in due parole la storia si regge sul duello tra un poliziotto e uno scrittore pazzo; lo scrittore pazzo è un serial killer che grazie a internet è riuscito a costruire una fitta rete di contatti nel mondo; i follower gli ubbidiscono; dal carcere lo scrittore folle progetta il rapimento di suo figlio e una serie di omicidi che commetteranno i suoi follower.

Il mistero che rende The Following così magnetico è il fatto che chiunque entri nell’inquadratura potrebbe essere un pazzo criminale. Io per tutta la durata dell’episodio mi sono chiesto: ma questo sarà un assassino? Diventerà un assassino? Questo è un follower?

Spero di non essere smentito. La serie, già andata in onda in anteprima su Premium Crime, ha ricevuto molti consensi, una garanzia. Però vi prego, nessuno mi dica come finisce..

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.