Boldrini, ecco la Carta dei Diritti per internet

20140729-000030-30502.jpgÈ uno degli obiettivi preferiti dei polemisti da tastiera: Laura Boldrini da quando ha assunto il ruolo di Presidente della Camera dei Deputati più volte è stata oggetto di feroci attacchi, l’ultimo il primo febbraio del 2014 quando con un post su facebook Beppe Grillo lanciava il suo personalissimo sondaggio chiedendo ai suoi utenti cosa avrebbero fatto se fossero rimasti soli in auto con lei.

Non stupisce dunque che la Boldrini si sia fatta portatrice di una battaglia a sostegno della democrazia su internet. L’insediamento della nuova Commissione di studio per i diritti e doveri relativi al web è il primo passo di quello che potrebbe essere un percorso innovativo che potrebbe vedere, per una volta il nostro Paese, tra gli stati capifila.

La Commissione sarà composta da 23 membri fra deputati, esperti del settore, rappresentanti delle imprese, delle associazioni e della società civile, tutti partecipanti a titolo gratuito. L’obiettivo è quello di scrivere una Carta dei Diritti: “Ciò richiama tutti a una precisa responsabilità: fornire un contributo fattivo per giungere finalmente all’adozione di una Carta dei diritti. In altri termini – rileva Boldrini – il Parlamento non può rimanere a guardare. Le molteplici questioni connesse all’accesso e all’utilizzazione di Internet travalicano, per la stessa natura della rete, le dimensioni nazionali e richiedono un coordinamento per un impegno a livello sovranazionale. Quindi, la nostra iniziativa deve necessariamente avere una prospettiva che vada oltre i confini nazionali”.

Il prossimo passaggio sarà il 13 e 14 ottobre durante la riunione dei Parlamenti dei Paesi membri dell’Unione europea e del Parlamento europeo sui diritti fondamentali che si terrà presso la Camera nel corso del semestre di Presidenza dell’Unione europea. Contemporaneamente, le proposte che la Commissione elaborerà saranno sottoposte a una consultazione pubblica per assicurare una partecipazione più larga possibile alla loro individuazione. Un Comitato ristretto, coordinato da Stefano Rodotà, produrrà una bozza da sottoporre alla Commissione entro fine settembre.

@gioeleurso1

SE VUOI LEGGERE IL MIO ROMANZO SUICIDIO CULINARIO CLICCA QUI E SCARICALO GRATUITAMENTE

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...