Cina, chi usa WhatsApp deve rispettare il regolamento socialista

cinaÈ di oggi la notizia che il Governo cinese avrebbe diffuso un nuovo regolamento relativo all’utilizzo dei servizzi di instant messaging come WeChat e WhatsApp. L’obiettivo sarebbe quello di creare “un ambiente più pulito nel cyberspazio“. Ovviamente non la pensa così l’opinione pubblica che vede la mossa come l’ennesimo tentativo di controllo sulle comunicazioni nel paese, così come avviene già per molti servizi e siti internet.

Come sempre più spesso sta accadendo in tutto il mondo internet si sta rivelando uno strumento fondamentale per la circolazione di idee anche in quei luoghi in cui la libertà è ridotta. I servizi di instant messaging negli ultimi tempi sono diventati il mezzo di trasmissione preferito di messaggi anti governativi o di convocazioni a manifestazioni.

Con il nuovo regolamento, tutti coloro che usano i servizi devono registrarsi con i loro nomi veri e rispettare le leggi e i regolamenti, “il sistema socialista, gli interessi nazionali, i diritti e gli interessi legittimi dei cittadini, l’ordine pubblico, la moralità sociale ed assicurare l’autenticità delle informazioni condivise“. I fornitori dei servizi sono responsabili per i contenuti e soggetti alla supervisione pubblica.

Twitter: @gioeleurso1

SE VUOI LEGGERE IL MIO ROMANZO SUICIDIO CULINARIO CLICCA QUI E SCARICALO GRATUITAMENTE

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.