Ipovedenti e Pro Retinopatici torinesi comprano una pagina sui quotidiani: rivogliono UBER

I Pro Retinopatici e gli Ipovedenti torinesi comprano una pagina intera sui principali quotidiani nazionali per manifestare in favore di UBER, l’app di trasporto automobilistico privato vietato in Italia dopo la sentenza del Tribunale di Milano.

APRI Onlus ha aderito alla stessa campagna che nei giorni scorsi ha portato sui quotidiani svariate lettere di associazioni dei consumatori. Marco Bongi nella sua missiva spiega il perché del sostegno alla multinazionale americana:

Per i non vedenti muoversi autonomamente nella città significa vivere, esserci, in qualche modo significa tornare a vedere. UBER per noi ha rappresentato dunque una porta aperta verso l’autentica inclusione sociale.
Senza contare, e ciò non è cosa da poco, che i singoli driver, tutti con storia da raccontare, tutti con vissuti anche difficili alle spalle, si sono dimostrati molto sensibili e si sono rivelati spesso nuovi amici dei disabili.
Purtroppo nel tempo ci sono stati tagliati quasi tutti i sussidi per i buoni taxi. Noi ci siamo rimboccati le maniche con UBER ma oggi anche questa strada ci è stata chiusa. Senza UBER ci sentiamo quindi defraudati di una grande risorsa“.

Twitter: @gioeleurso1

SE VUOI LEGGERE IL MIO ROMANZO SUICIDIO CULINARIO CLICCA QUI E SCARICALO GRATUITAMENTE

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...