Nonostante Parigi io non sono disposto a rinunciare ad alcun mio diritto!

A quanti diritti si può rinunciare?“. È questa la domanda che oggi si pone Pierluigi Battista su Il Corriere della Sera riflettendo sui terribili fatti di Parigi. Una domanda che merita una risposta secca: io non sono disposto a rinunciare ad alcun mio diritto. Cercherò di chiarire.

Questa mattina una persona che conosco mi ha scritto per dirmi che il viaggio che aveva in programma per il fine settimana a Roma sarebbe saltato. Mi ha detto che le hanno fortemente consigliato di non andare a causa dell’allarme lanciato dall’FBI. È in questo momento che ho cominciato a riflettere e mi sono detto che:

  1. Io non sono disposto a rinunciare alla mia libertà, che è un diritto!
  2. Io non sono disposto a rinunciare alla mia privacy, che è un diritto!
  3. Io non sono disposto a rinunciare alla mia cultura volta all’accoglienza, che è un diritto!
  4. Io non sono disposto a rinunciare alla laicità dello Stato in cui sono nato, che è un diritto!
  5. Io non sono disposto a rinunciare alla non belligeranza  dello Stato in cui sono nato, che è un diritto!
  6. Io non sono disposto a rinunciare all’espressione delle mie opinioni personali, che è un diritto!
  7. Io non sono disposto a rinunciare alla difesa del principio di garantismo, che è un diritto!
  8. Io non sono disposto a rinunciare alla mia autonomia, che è un diritto!
  9. Io non sono disposto a rinunciare alla pace, che è un diritto!
  10. Io non sono disposto a rinunciare al mio futuro, che è un diritto!

Abbiate pazienza, ma non sono d’accordo con gli artisti che annullano i tour per motivi di sicurezza o a chi cancella i viaggi per motivi di sicurezza. Lo Stato deve garantire la sicurezza dei suoi cittadini nel rispetto della costituzione e delle regole civili di una società moderna. Il problema sorge quando lo Stato non è in grado di garantire la salvaguardia dei diritti dei propri cittadini.

L’allarmismo non ha mai portato a nulla di buono. Quella che stiamo vivendo non deve diventare l’epoca della paura. Io non solo non sono disposto a rinunciare ad alcun diritto, ma anzi esigo che chi di dovere in Italia e all’estero salvaguardi il mio diritto a non rinunciare ad alcun mio diritto.

Seguimi su Twitter: @gioeleurso1
Metti “mi piace” sulla Pagina Facebook: Tempesta di Cervelli
Iscriviti al Gruppo Facebook: Social Media News
Iscriviti alla newsletter quindicinale: NewsLetter

SE VUOI LEGGERE IL MIO ROMANZO SUICIDIO CULINARIO CLICCA QUI E SCARICALO GRATUITAMENTE

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...