Facebook, in arrivo l’algoritmo ammazza Pagine

Nemmeno il tempo di abituarsi che Facebook ti ricambia l’algoritmo e questa volta mette il cappello sopra i contenuti che ogni giorno gli utenti decidono di postare. Nessun allarmismo, ma a naso il nuovo metodo con il quale il social network deciderà di rendere visibili i post pubblicati dalle pagine non mi piace affatto. Vi spiego perché!

A prescindere che (A) posso sbagliarmi e (B) si tratta di una prima impressione, credo che il nuovo algoritmo di Facebook penalizzerà gli amministratori delle Pagine che non investono massicciamente in sponsorizzazioni, ma non solo perché il social in qualche modo si arroga il diritto di decidere (arbitrariamente) cosa interessa e cosa non interessa ai propri utenti! Perché?

Facciamo un passo indietro e guardiamo al passato: l’algoritmo di Facebook fino a ieri premiava sostanzialmente i post che aveva un buon tempo di lettura dell’articolo e che avevano un buon rapporto tra le persone che cliccavano sul post in relazione a quelle che ne parlavano e lo condividevano con i loro amici.

In sostanza i post dovevano essere letti e condivisi! Tutto questo cambierà perché con il nuovo algoritmo le interazioni avranno comunque il loro peso, ma avrà un peso maggiore sulla valutazione dell’algoritmo quali storie l’utente gradirebbe leggere nella propria home a prescindere da quel che poi farà (mi piace, commento o condivisiione).

E come farà Facebook a sapere cosa piace ai propri utenti? Attraverso sondaggi e con la consulenza di professionisti. Insomma la visibilità dei post sarà affidata al libero arbitro degli utenti intervistati e dei professionisti che dovranno fornire le risposte che Facebook ricerca.

Sì perché Facebook ha bisogno di risposte che gli serviranno a comprendere quale strategia mettere in campo per innescare la macchina dell’informazione interna che gli permetterà di espellere lentamente i link che rimandano ad altri siti dal proprio social. Pagine nate su argomenti di nicchia verranno penalizzate!

La faccio tragica? No, si sa che quando sei a casa di qualcuno devi rispettare le sue regole però adesso ci troviamo davanti alla necessità di decidere come divulgare i nostri contenuti guardando oltre Facebook!

È importante che tu condivida questo articolo e qui ti spiego il motivo!

Seguimi su Twitter: @gioeleurso1
Metti “mi piace” sulla Pagina Facebook: Tempesta di Cervelli
Iscriviti al Gruppo Facebook: Social Media News

SE VUOI LEGGERE IL MIO ROMANZO SUICIDIO CULINARIO CLICCA QUI E SCARICALO GRATUITAMENTE

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...