Alfano risponde sui giornalisti sfruttati al ministero: «È un’esperienza»

«Nessuno costringe nessuno. Vediamo se qualcuno vuol dare una mano d’aiuto in questo modo, viceversa prenderemo atto che nessuno ha voglia». E ancora. «Il nostro è un approccio che dà l’opportunità di un’esperienza». Lo ammetto, ieri ho fortemente sperato che il ministro Angelino Alfano non rispondesse in merito alla questione del bando per giornalisti a titolo gratuito pubblicato dal ministero degli Interni, purtroppo però lo ha fatto e ha detto quel che avete appena letto.

In pratica il ministero non offre mica un lavoro; il ministero chiede una mano e in cambio offre un’opportunità. Un po’ come quei giornali che non ti pagano, ma ti fanno prendere il tesserino da pubblicista. O come quegli editori che non ti pagano con i soldi, ma con la visibilità.

Alfano lo dice chiaramente: ragazzi questa è un’esperienza, non fatevela scappare. Ok che dura un anno e voi non avrete modo di guadagnare per quel periodo (perché il ministero mica paga in nero) però è un’esperienza fighissima.

Se proprio volete essere sicuri prima di mandare la candidatura (che scade oggi) fate un esperimento di un’oretta: cercate di capire se potete pagare i vostri bisogni con esperienza! Il pranzo pagatelo con l’esperienza; il caffè pagatelo con l’esperienza; il mezzo di trasporto pagatelo con l’esperienza; la spesa pagatela con l’esperienza.

In fondo voi garantite al panettiere di fare esperienza e lo stesso lo fate con il commesso, il bigliettaio, il barista, il farmacista e via dicendo.

Ministro, scherzi a parte, lei è vergognoso! Lei sa che è inaccettabile quel che ha detto vero? E sa che quel che ha detto declassifica anche il suo stesso ministero? Al Presidente del Consiglio chiederei di prendere una posizione, provi a fare un’esperienza!

È importante che tu condivida questo articolo e qui ti spiego il motivo!

Seguimi su Twitter: @gioeleurso1
Metti “mi piace” sulla Pagina Facebook: Tempesta di Cervelli
Iscriviti al Gruppo Facebook: Social Media News

SE VUOI LEGGERE IL MIO ROMANZO SUICIDIO CULINARIO CLICCA QUI E SCARICALO GRATUITAMENTE

Annunci

1 commento su “Alfano risponde sui giornalisti sfruttati al ministero: «È un’esperienza»”

  1. Hai pienamente ragione… è vergognoso, e questa è una verità!
    Ciò che più ci rende perplessi è che i principali freni a uno sviluppo sano del nostro paese provengano proprio dalla rappresentanza politica… e questo episodio non è un’offesa solo alla categoria professionale dei giornalisti.
    Tutto ciò lascia tristemente presupporre una grande ignoranza, prima di tutto in merito alle politiche e al diritto del lavoro, ma anche alla costituzione stessa e soprattutto un’ignoranza anche più grave che riguarda una mentalità che non consente di porsi domande sugli effetti che può produrre un messaggio del genere nel consolidare una cultura del lavoro tutta distorta.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...