Amico e compagno che fai l’alternativo, guarda che ti sei imborghesito pure tu

«Meno male che sono uscito prima che arrivasse il caldo perché dentro è infestato. Una volta ne ho vista una in cella e non sai quanto ho faticato a prendere sonno la notte. Quelle bestie si arrampicano» – le bestie sono le blatte e lui è un ragazzo, quasi trentenne, che sta cercando di riprendere in mano la propria vita. Anche se con un trascorso come il suo è davvero difficile.

Amico e compagno, quando è stata l’ultima volta che hai parlato con un uomo che sembra uscito da Trainspotting? Uno che è finito dentro per rapina, «ma solo a negozi assicurati perché così non facevo troppi danni»? Uno che lo faceva per procurarsi i soldi della dose? Uno che «comunque è giusto che andassi in galera perché ero consapevole di quel che stavo facendo»? Uno che, «ho pure dormito sotto i portici vicino Porta Nuova perché in casa non volevo tornare in quelle condizioni»?

Amico e compagno che discuti all’aperitivo antifascista di quanto siano fascisti coloro che sono perplessi dal fatto che decisioni tanto importanti per la collettività siano prese da persone che non hanno consapevolezza delle scelte che stanno per prendere e che fai finta di ignorare l’analfabetismo funzionale crescente giusto perché fa comodo a portare avanti una teoria campanilistica della quale possiamo fare a meno, mi stai dando un po’ fastidio.

Amico e compagno, qui nessuno dice che non devono votare gli ignoranti e che il referendum nel Regno Unito debba essere rifatto; io dico che l’ignoranza galoppante che sta avvolgendo Italia, Europa e Stati Uniti deve essere contrastata con politiche pubbliche di formazione e informazione. In fondo è lo Stato che deve dare le possibilità a chi non ha la possibilità.

Quindi amico e compagno, meno ironia e più proposte. E poi ascolta chi ti sta intorno perché qui tutti, anche tu che fai l’aperitico antifascista, ci siamo un po’ troppo imborghesiti e rischiamo di fare la fine di quelli che, quando vedono un ex tossico quasi trentenne che ti dice che vuole cambiare vita, fanno la morale borghese a chi non prende il caffè in collina.

È importante che tu condivida questo articolo e qui ti spiego il motivo!

Iscriviti al canale Telegram di Tempesta di Cervelli (LINK RAGGIUNGIBILE DA DISPOSITIVO MOBILE): https://telegram.me/tempestadicervelli
Mail: redazionetempestadicervelli@gmail.com
Seguimi su Twitter: @gioeleurso1
Metti “mi piace” sulla Pagina Facebook: Tempesta di Cervelli
Iscriviti al Gruppo Facebook: Social Media News

SE VUOI LEGGERE IL MIO ROMANZO SUICIDIO CULINARIO CLICCA QUI E SCARICALO GRATUITAMENTE

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...