Facebook: chi vorrà pubblicare inserzioni politiche dovrà fornire i documenti

Vita dura per chi vorrà tentare di condizionare su Facebook le prossime elezioni europee. Da oggi chiunque vorrà pubblicare inserzioni relative a contenuti di natura politica o di interesse pubblico all’interno dell’Unione europea dovrà chiedere un’autorizzazione al social network.

È vero, già oggi qualsiasi inserzione che viene pubblicata su Facebook deve passare al vaglio di un’analisi da parte dello staff del social, ma in questo caso lo sbarramento è molto più duro.

Facebook adesso si riserva il diritto di richiedere un documento di identità a chiunque vuol pubblicare inserzioni di natura politica o di interesse nazionale. Il motivo? “Questo ci aiuta a garantire che Facebook sia un luogo sicuro per tutta la nostra community” – si legge nella procedura per chiedere l’autorizzazione.

Facebook richiede di confermare all’utente la propria identità per “scoprire chi è responsabile dei contenuti e del finanziamento di inserzioni che riguardano i candidati politici, i candidati eletti e i temi di interesse nazionale come istruzione e immigrazione”. Inoltre Facebook specifica che quando creerà esclusioni di responsabilità da mostrare sulle inserzioni, l’utente avrà la possibilità di usare il nome dell’organizzazione responsabile oppure il proprio nome.

Come fare per avere l’autorizzazione? Ecco i passaggi che dovete seguire:

Il livello di sicurezza che Facebook innalza per gli inserzionisti politici è duplice: aggiungere un secondo livello di autenticazione per l’utente; inviare un documento personale al social.

Il primo livello di sicurezza è una banalissima richiesta di autenticazione quando l’utente accederà da un dispositivo che non è quello abituale. In questo caso Facebook chiederà all’utente di fornire un codice di sicurezza per accedere all’account e lo farà tramite un sms o con un’app di sicurezza. Nel primo caso si deve aggiungere all’account il numero di telefono; nel secondo caso scaricare app come Google Authenticator.

Il secondo livello di sicurezza consiste nel fornire a facebook un proprio documento di identità, questo lo si può fare in due modi: caricandolo direttamente oppure scaricando un modulo di autenticazione e portandolo a un pubblico ufficiale autorizzato per esempio un notaio. Nel caso in cui voleste caricare il documento da cellulare non preoccupatevi, Facebook vi permetterà di fotografare il documento che volete fornire.

A questo punto il social si prenderà 48 ore per verificare il vostro documento e darvi l’ok definitivo per pubblicare inserzioni politiche.

Perché tutto questo? Perché è stato provato che in alcuni casi le elezioni politiche sono state condizionate attraverso i social network in modo opaco – vedi il voto del 2016 per la Brexit e il caso Cambridge Analytica. Questo vuole essere un modo per mettere in sicurezza il voto delle prossime elezioni europee di maggio.

È importante che tu condivida questo articolo e qui ti spiego il motivo!

Mail: gioele.urso@gmail.com
Seguimi su Twitter: @gioeleurso1

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.