Archivi tag: lavoro

Torino non è più una città per lavoratori del mondo della comunicazione!

Forse è arrivato il momento di dirselo: Torino per chi fa editoria, giornalismo e comunicazione non è più una piazza in grado di creare opportunità e crescita professionale. Gli ultimi anni hanno gambizzato le possibilità dei professionisti del settore e il lavoro ormai deve essere ricercato in altri luoghi. Continua a leggere Torino non è più una città per lavoratori del mondo della comunicazione!

Annunci

Ma tu lavoreresti gratis? E allora perché dovrei farlo io?

Ma tu lavoreresti gratis? E allora perché dovrei farlo io? Esiste un mondo, quello della comunicazione, che da anni vive sulle spalle di ragazzi che prima vengono sedotti e poi vengono abbandonati. Un esercito di giovani che hanno la speranza di fare il giornalista, il copy, il grafico, il social media manager e che pur di raggiungere il proprio obiettivo danno retta a persone che li ricoprono di promesse che non potranno mai mantenere. Continua a leggere Ma tu lavoreresti gratis? E allora perché dovrei farlo io?

Generazione vent’anni dopo: i traditi da chi guarda alle prossime elezioni

Quando la disoccupazione in Italia tornerà ai livelli precedenti alla crisi economica io avrò 52 anni. Nel 2009, quando scoppiò la bolla economica che trascinò sul fondo del barile le economie di mezzo globo terrestre, ne avevo 26 e facevo “gavetta” da sette. Continua a leggere Generazione vent’anni dopo: i traditi da chi guarda alle prossime elezioni

Amazon e i diritti dei lavoratori: un libro racconta i lati oscuri

amazonSi chiama Jean Baptiste Malet ed è l’autore di “En Amazonie – Un infiltrato nel migliore dei mondi“, un libro inchiesta sulle condizioni di lavoro dei dipendenti dei magazzini di Amazon. Quella che vi proproniamo oggi è un’intervista pubblicata sul canale Youtube de l’Unità. Continua a leggere Amazon e i diritti dei lavoratori: un libro racconta i lati oscuri

Disoccupazione giovanile, è anche colpa della “gavetta” che non c’è

++ LAVORO:DISOCCUPAZIONE II TRIMESTRE A 10,5%, RECORD '99 ++È scomparsa la “gavetta“. A dirlo, in qualche modo, seppur tra le righe è l’IRES Piemonte che in un rapporto dedicato all’occupazione mette in risalto come una delle cause del crescente tasso di disoccupazione giovanile potrebbe essere proprio la tendenza, tipicamente italiana, a separare lo studio dal lavoro. Continua a leggere Disoccupazione giovanile, è anche colpa della “gavetta” che non c’è