Ho aperto un nuovo blog: mi aiutate a farlo conoscere?

Ciao a tutti, questa è una comunicazione di servizio per tutti gli utenti affezionati a Tempesta di Cervelli. Sarò breve e andrò dritto al punto: a luglio ho aperto un nuovo blog, molto specifico, nel quale sto pubblicando solo ed esclusivamente racconti (e qualche cortometraggio) che ho scritto io. Mi date una mano a farlo conoscere? Continua a leggere “Ho aperto un nuovo blog: mi aiutate a farlo conoscere?”

San Valentino, un racconto breve – Dentro la testa e nella mia mano destra

Il vapore, l’acqua calda a battere sulla testa abbassata come durante una preghiera e la mascella contratta in un orgasmo rabbioso e silenzioso. Quei denti serrati stavano a indicare che dopo tutto quel tempo lei fosse ancora lì, nella sua testa e nella sua mano destra. Continua a leggere “San Valentino, un racconto breve – Dentro la testa e nella mia mano destra”

Mi finisci il racconto?

DraculaVi è mai successo di capitare per caso in un luogo e di essere travolti da una irrefrenabile tempesta di fantasia? Di essere colti improvvisamente da una voglia pazzesca di immaginare e dare vita alle vostre sensazioni? Ecco, a me è successa una cosa del genere l’altra sera: dopo essere andati a cena in un localino di zona, io e i miei amici decidiamo di prendere un amaro in un bar vicino dove non eravamo mai entrati. Il tempo, dentro quel luogo, si era fermato e io una volta tornato a casa ho scritto l’inizio di un breve racconto. Oggi pubblico queste pochissime righe e lancio un contest: siete tutti invitati a finire il racconto. I testi che produrrete potrete pubblicarli come commento al post oppure mandarli come messaggio privato sulla pagina facebook del blog Tempesta di Cervelli. Buon divertimento! Continua a leggere “Mi finisci il racconto?”

Sopra il treno sbagliato: prossima fermata la libertà!

trenoQuello che vi propongo oggi è un racconto inedito che vuole parlare della monotonia delle nostre giornate. I nostri giorni sono carichi di impegni che in realtà tolgono spazio alle cose più importanti. Tutti dovrebbero avere il diritto di godersi la propria vita, i propri affetti, i propri amici e i propri posti. È tutto così sfuggevole che sarebbe un peccato perdere questa occasione. Continua a leggere “Sopra il treno sbagliato: prossima fermata la libertà!”