Ecco perché l’algoritmo dei social deve essere pubblico e non privato

L’algoritmo che è alla base dei social network e dei sistemi informatici non può essere privato, riservato ed esclusivo“, è questa la tesi che Michele Mezza, giornalista RAI in pensione e autore del libro Algoritmi di libertà. La potenza del calcolo tra dominio e conflitto, ha sostenuto durante l’evento dig.it che si è tenuto a Torino il 5 ottobre. Continua a leggere “Ecco perché l’algoritmo dei social deve essere pubblico e non privato”

Facebook e la funzione Cross-Posting: di cosa si tratta e perché è utile

Lo ha capito anche uno “Gnugnu” (non “Gnigni”), i video sono lo strumento principale che ogni social media manager deve prevedere di utilizzare per la strategia dei propri clienti, ma riuscire a ottenere risultati soddisfacenti non è mica così ovvio. Non ci sono più le visualizzazioni di una volta… In che senso? Ve lo spiego! Continua a leggere “Facebook e la funzione Cross-Posting: di cosa si tratta e perché è utile”

Cosa è la Social Network Television?

Ogni pagina facebook è un media e ogni occasione è buona per trasformarla in un evento. La comunicazione personale o d’azienda da quando ci sono i social network non è più la stessa. Adesso non ci sono più intermediari. Chiunque può comunicare direttamente con il proprio pubblico, che spesso è anche un proprio cliente. I personaggi pubblici possono farsi conoscere meglio e fare conoscere meglio … Continua a leggere Cosa è la Social Network Television?

Il futuro della TV è sui social: lo conferma l’operato della Bild sui fatti di Berlino

È chiaro a tutti che il futuro della televisione è sui Social Network? La prova definitiva è di ieri sera, subito dopo l’attentato di Berlino, ma c’è anche un secondo fatto interessante che merita di essere messo in evidenza. Cercherò di essere sintetico! Continua a leggere “Il futuro della TV è sui social: lo conferma l’operato della Bild sui fatti di Berlino”

Bufale, urlacci e social network: ecco perché non è la rete che è cattiva!

Attenti che state guardando al dito e non alla Luna. A cosa mi riferisco? Al dibattito, ormai stopposo e ripetitivo, sulla rete che è cattiva, rancorosa, ignorante e che condivide solo bufale. Ecco, questo è il dito; adesso proviamo a cercare di guardare la Luna.  Continua a leggere “Bufale, urlacci e social network: ecco perché non è la rete che è cattiva!”